La Bandiera Blu in Trentino

La nostra regione è piena di possibilità di farsi i bagni cosicché si possano trovare ogni giorno altri posti per tuffarsi nell’acqua. E tra altro abbiamo anche una decina di bandiere blu.

La bandiera blu è un riconoscimento internazionale che indica la qualità del posto, dell’acqua e della spiaggia. L’acqua, la quale viene controllata periodicamente sotto rigidi parametri chimici, è di alta qualità.

La bandiera blu è nata nel 1987, che era l’anno europeo dell’Ambiente. In ben 49 paesi viene riconosciuta e assegnata ogni anno a comuni e approdi turistici diversi. Avere la bandiera blu per qualche anno in seguito è un grande riconoscimento e garantisce il massimo del posto.
In Trentino abbiamo ben 297 laghi! Un numero incredibile, anzi sembra quasi il paese dei laghi. Molti dei laghi sono veri gioielli grazie alla loro bellezza e all’ambiente che li circonda.

Sotto la bandiera blu viene anche controllata l’ambiente e i servizi dell’avanguardia. Tutto è ben curato e niente viene lasciato al caso. Tra i laghi italiani, il lago di Garda è sicuramente il più conosciuto in Europa. Offre delle spiagge ampie, una buona balneabilità e molte possibilità per lo sport acquatico. Tuttavia molte persone preferiscono i laghi piccoli, incastonati in uno scenario mozzafiato e molto meno affollati.

Negli ultimi anni, vi ho descritto già molti laghi che ho visitato, tra cui: il lago di Lases, il lago dei Cei, il lago Kofler, il lago di Tenno e il lago di Fedaia.
I laghi che hanno ricevuto la bandiera blu e che voglio visitare quest’anno sono il lago di Caldonazzo con quattro spiagge, il lago di Levico, una spiaggia del lago di Roncone, una al lago d’Idro, il lago di Lavarone, il lago di Serraia e il lago di Piazze.

Non vedo l’ora che l’estate arrivi, perché voglio scoprire la bellezza di questi laghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *